Formazione

Il Project Manager: da ruolo a professione

Un nuovo profilo tecnico per un mondo sempre più complesso

Elaborare progetti, ma anche gestirli, dall’ideazione teorica, fino alla realizzazione concreta: è la missione dell’ingegnere “project manager”, un profilo professionale nuovo in Italia, ma di rilevanza strategica in uno scenario normativo e tecnologico sempre più complesso. Se ne discute a Napoli in occasione del convegno “Il Project Manager: da ruolo a professione”, promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Napoli. Appuntamento martedì 4 luglio, a partire dalle ore 14, nella Basilica di San Giovanni Maggiore. La partecipazione darà diritto a 3 Cfp.

L’appuntamento è organizzato in collaborazione con i principali enti e associazioni di Project Management, e con gli organismi di certificazione professionale.

“La figura del Project Manager – spiega Salvatore Di Iorio, vice coordinatore della commissione Ingegneria gestionale dell’Ordine  è centrale per il buon andamento dei progetti, sia pubblici che privati. Lo sviluppo legislativo e normativo in materia ha determinato, per la figura del Project Manager, il passaggio da semplice “ruolo”, sempre più spesso chiave nel raggiungimento degli obiettivi di business, a vera e propria “professione”, a cui sono richieste avconoscenze, abilità personali ed esperienza ovvero, in ultima analisi, competenze specifiche”.

Il passaggio a professione è un processo già avviato: lo dimostra il fatto che che il nuovo Codice dei Contratti Pubblici e le Linee guida n.3 dell’Autorità nazionale anticorruzione prevedano per il Responsabile unico del procedimento formazione e competenze specifiche in Project Management, per assicurare la completa e corretta attuazione degli obiettivi. Il convegno del 4 luglio vuole contribuire a sviluppare in maniera diffusa la “cultura del Project management” e la consapevolezza delle specificità di tale figura professionale, sia verso i principali stakeholder chiave (committenza pubblica e privata, sponsor di progetto) che verso gli stessi project manager, accompagnando questi ultimi con momenti formativi che puntino all’eccellenza (credenziali e certificazione).

Nel convegno sarà dunque definito lo stato dell’arte della normativa sul Project Management, e la applicazione e la prevista evoluzione, con particolare  riferimento al settore dei contratti pubblici. Introdurranno i lavori, moderati da Giovanni Esposito, tesoriere dell'Ordine degli ingegneri: Luigi Vinci, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli; Edoardo Cosenza, Ordinario di Tecnica delle Costruzioni all’Università Federico II di Napoli e Presidente di Campania NewSteel Startup Accelerator, incubatore di imprese di Città della Scienza; Enrico Mastrofini, Presidente dell’Istituto Italiano di Project Management; Roberto De Pari, direttore dell’organismo di cerificazione Aicq-Sicev.

top
Copyright © 2015 FONDAZIONE ORDINE INGEGNERI NAPOLI - Privacy