img

La Congrega dei Bianchi del SS. Sacramento

Dalla porta a sinistra dell’altare maggiore si accede alla Congrega del SS. Sacramento, un ambiente rettangolare costruito nel XVI secolo e completato alla fine del secolo successivo. Sede dell’omonima Confraternita del SS. Sacramento o del Viatico, per la specifica funzione svolta dai confratelli di portare il viatico agli infermi, questo ambiente era occupato da numerosi suppellettili provenienti dalla chiesa, almeno fino alle trasformazioni ottocentesche.

L’altare, insieme alla balaustra rivestita da marmi intarsiati e intagliati, è databile alla metà del XVII secolo. Sulla parete confinante con l’abside, a destra dell’ingresso, al di sopra di un armadio, vi sono un coro ligneo ed un organo, a cui si accede da una ripida scala celata dietro uno stipo in legno.

L’ambiente conserva un bel pavimento in maiolica policroma, una colonna di epoca romana nella parete sinistra e reca nella volta, nelle nicchie laterali e nelle pareti, una vivace decorazione con festoni in stucco di gusto barocco.

img

La Congrega dei LXVI Sacerdoti

La Congrega, fondata nel 1619 dal sacerdote Ottavio Acquaviva, conservava un pregevole Crocifisso ligneo del XII secolo, purtroppo trafugato nel 1977.

La Congrega si compone di due ambienti: la sacrestia, di fronte all’ingresso e l’oratorio. Il primo ambiente conserva una fontana marmorea con vasca baccellata sormontata da un mostro marino, addossata al muro della parete destra del corpo aggettante sul Vicolo di S. Geronimo dei Ciechi.

Il secondo ambiente, di gusto tardo barocco, conserva un coro ligneo coevo, articolato su tre pareti, e l’originaria decorazione della volta con dipinti figurati, stucchi dorati, racemi e festoni di fiori ed altre decorazioni fitomorfe eseguite da Baldassarre Farina e Marcantonio Coda, maestranze citate nei documenti di pagamento del 1694.

top
Copyright © 2015 FONDAZIONE ORDINE INGEGNERI NAPOLI - Privacy